HOME
   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
 

 

 

Il Grappling diventa Combat

( 29/01/2010 )

 

 

 

 

 

LOTTA GRECO - ROMANA , LIBERA , GRAPPLING , MMA , questa è la denominazione del sito che state leggendo, nato agli inizi del 2006 con la missione di divulgare la lotta in ogni suo aspetto. Il titolo richiamava una speranza, quella che un giorno la disciplina da combattimento più antica del globo potesse riscoprire anche le modalità e le distanze del combattimento che durante i secoli sono state perdute ; recentemente è successo grazie a due stili introdotti ufficialmente dalla FILA a livello internazionale : il Grappling, presente dal 2007, ed il Combat Grappling (MMA) inserito nel 2010.

Il Grappling ha rappresentato il primo passo della federazione verso l’ampliamento della disciplina in chiave moderna e descrive uno stile specializzato nel combattimento a terra che richiama la lotta dell’antica Grecia in cui erano utilizzate leve articolari e strangolamenti. Le tecniche del Grappling derivano dal Catch Wrestling, dal Bjj, dalla Luta Livre, dal Sambo, dalla Lotta Libera (per portare a terra l’avversario) e non sono limitate da aspetti tradizionali, in quanto mirano alla sola efficacia. Il livello di questo stile è stato dimostrato ampiamente nel campionato mondiale 2009 in cui alcuni grapplers sono riusciti a sottomettere dei pluricampioni del mondo di brazilian jiu jitsu. Il Grappling è praticato in due varianti, No-Gi (senza kimono) e Gi (con il kimono), inoltre svolge un ruolo importante nelle mma e può essere allenato come strumento per la difesa personale.

All’inizio del 2010 la federazione internazionale FILA ha aggiunto un ulteriore stile di lotta denominato Combat Grappling. Questa disciplina richiama il concetto dell’antico Pancrazio e delle recenti Mixed Martial Arts, ovvero il combattimento totale, che include tutte le distanze del confronto disarmato : percussioni (pugni,calci,ginocchiate,gomitate in piedi ed a terra), lotta in piedi e lotta a terra con sottomissioni. La FILA definisce il Combat Grappling nel seguente modo :

“Combat grappling is a hybrid sport formed of wrestling, jujitsu and other styles of submission fighting that also incorporates striking and kicking techniques. The philosophy lying behind combat grappling is to provide common grounds to all combat styles and to create a safe amateur form of Mixed Martial Arts. Combat grappling also intends to be a realistic form of self-defense covering all aspects of standing and ground fighting, thus making it perfect and safe to use for military, police, and security training.”

Come si può notare, il Combat Grappling nasce con un duplice scopo : sport e difesa personale. Il regolamento sportivo è suddiviso in amatoriale (contatto pieno ma senza colpi al volto) e semi-pro che non limita il full contact. La scelta di impiegare i paratibie ed il casco protettivo simile a quello del pugilato consente di ridurre le possibilità di infortunio, tutelando gli atleti. Gli stessi professionisti delle MMA svolgono gli allenamenti e le simulazioni degli incontri con tali protezioni.

 

Lotta Libera, Greco-Romana, Grappling e Combat Grappling

Il numero di stili internazionali recentemente è cresciuto molto e una domanda sorge spontanea. Si possono allenare tutti questi stili contemporaneamente? La risposta deve considerare il singolo praticante, ma ricordiamo che i lottatori olimpici russi, praticamente imbattibili da 50 anni a questa parte, hanno da sempre praticato il “cross training” in altre discipline (non necessariamente di combattimento) per sviluppare qualità differenti che possono accrescere il livello di competitività anche sul tappeto. Nel caso specifico, atleti come Ben Askren, Muhammed Lawal e Joe Warren hanno dimostrato come si possa competere con successo in diversi stili di Lotta e raggiungere risultati al vertice allenandosi contemporaneamente in più discipline. Il giovane Askren è riuscito a disputare un Olimpiade nella Lotta Libera nel 2008 (chiudendo settimo), a vincere un mondiale di Grappling No-Gi nel 2009 ed ottenere un record di 4-0-0 nelle MMA professionistiche. Di conseguenza praticare più stili nella giusta misura e scegliendone uno su cui puntare ad alti livelli, può essere positivo ; inoltre l’adozione di più discipline nella stessa palestra potrebbe indirizzare i singoli atleti verso la distanza di combattimento a loro più congeniale.

La continua crescita della Lotta è stata raggiunta grazie ad una grande federazione, la FILA Wrestling, gestita da un presidente che ha saputo rivoluzionare la disciplina ed accrescerne le potenzialità. Dal punto di vista sportivo e promozionale è doveroso sottolineare che la FILA dispone di ben tre stili presenti alle Olimpiadi (Lotta Libera maschile, Femminile e Greco-Romana), di una disciplina inserita nei World Combat Sports Games (Grappling) e del Beach Wrestling adottato negli Asian Beach Games organizzati dall’ Olympic Council of Asia. Non bisogna dimenticare il grande lavoro svolto per gli stili tradizionali (Traditional Wrestling) e per il Pankration.

In sintesi, si può dire che la oggi la Lotta è una disciplina estremamente completa in quanto dispone dei migliori stili specializzati nella lotta in piedi, nella lotta a terra con sottomissioni e nel combattimento totale.

 

 

   
HOME WEB PAGE |||| STILI DI LOTTA |||| LOTTA & MMA |||| STORIA |||| CAMPIONI |||| APPROFONDIMENTI |||| VIDEO - MEDIA |||| PALESTRE |||| LINKS |||| AVVERTENZE |||| ARCHIVIO