HOME
   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
 

 

 

La lotta olimpica è suddivisa in due stili distinti, chiamati lotta greco-romana (greco-roman wrestling) e libera (freestyle wrestling). Nella prima sono ammesse prese dalla cintura in su, mentre nella libera è consentito anche l'uso delle gambe per sbilanciare, atterrare, e controllare l'avversario. La lotta olimpica si svolge sia in piedi che a terra ed è composta da sbilanciamenti, spazzate, prese e proiezioni. Al lottatore viene impartita una preparazione atletica di altissimo livello basata su esercizi tipici della ginnastica, del sollevamento pesi, del powerlifting e del body building, con lo scopo di accrescere la forza ed aumentare la massa muscolare. Ovviamente viene curata anche la resistenza fisica e l’ agilità, mentre la tecnica di combattimento, che risulta vasta, completa ed efficace, è praticata con notevole intensità negli allenamenti di sparring .

Negli Stati Uniti, in Asia e in molti Paesi europei (soprattutto dell'est), la lotta ha un grande successo, al punto che in diverse Nazioni è "sport nazionale" come in Russia, Turchia, Iran, Georgia, Azerbaijan, Armenia, USA, Uzbekistan, Kazakistan, Mongolia, Gambia ed altre repubbliche del blocco ex URSS. Nella maggior parte delle università statunitensi, ad esempio, vi sono oltre 350 squadre con oltre cinquanta lottatori ciascuna, impegnate in diversi campionati universitari che rappresentano una vera e propria selezione verso i traguardi sportivi di maggiore importanza. In altre Nazioni (quelle di cui sopra ed altre come la Germania), invece, troviamo vere e proprie leghe professionistiche in cui i combattenti che vincono il campionato (oppure i singoli tornei) conquistano dei premi in denaro.

 

I numerosi campioni di questo sport da combattimento sono entrati nella leggenda delle Olimpiadi grazie alla loro potenza, unita ad una tecnica che ha fatto evolvere entrambe le discipline in diversi contesti. Nella lotta greco-romana, il più grande campione del 1896 ad oggi è senza dubbio il russo Alexander Karelin, categoria 130kg, vincitore di tre ori alle Olimpiadi del 1988, 1992 e 1996, argento olimpico nel 2000 e 9 volte world gold medalist (1989-91, 1993-95, 1997-99). Altri nomi di spicco della discipina sono quelli dello svedese Carl Westergren nei 75, 82,5, 87 kg (tre ori olimpici ed un mondiale), del bulgaro Alexander Tomov nei +100 kg (cinque titoli mondiali e tre argenti olimpici), del cubano Ascuy Aguilera nei 69, 74, 76 kg (due ori olimpici ed un titolo mondiale) e dell'italiano Vincenzo Maenza, capace di conquistare due ori olimpici, un argento ed un campionato del mondo nella categoria 48 kg.

 

Nella lotta libera, disciplina inserita nei giochi olimpici durante l'edizione del 1904, i più grandi campioni che fino ad ora sono saliti sulle materassine di tutto il mondo sono stati il bielorusso Alexander Medved (tre ori olimpici e sette titoli mondiali nelle categorie 97, +97, +100 kg), dello statunitense Bruce Baumgartner (quattro medaglie olimpiche, tre campionati del mondo ed otto coppe del mondo) nella categoria 130, il bulgaro Valentin Jordanov (due medaglie olimpiche e sette campionati del mondo nei 52 kg), l'americano John W. Smith (due medaglie olimpiche e quattro campionati del mondo nei 62 kg), l'uzbeko Arsen Fadzaev (due ori olimpici e sei titoli mondiali nella categoria 68 kg), il giapponese Yojiro Utake Obata (due ori olimpici nei 57 kg) ed il russo Levan Tediashvili (due ori olimpici e quattro titoli mondiali). Buvaisar Saitiev, atleta nato in Repubblica Ceca ma naturalizzato russo, conquistò tre ori olimpici e sei titoli mondiali nei 74 kg.

 

Nella lotta femminile, presente alle Olimpiadi dal 2004 spiccano la canadese Christine Nordhagen-Vierling con una medaglia d'oro olimpica nei 67 kg più sei titoli mondiali nei 72 kg e la giapponese Urano-Odagaki Yayoi, vincitrice di sei campionati del mondo nelle categorie di peso 65, 68, 70 e 75 kg.

 

   
HOME WEB PAGE |||| STILI DI LOTTA |||| LOTTA & MMA |||| STORIA |||| CAMPIONI |||| APPROFONDIMENTI |||| VIDEO - MEDIA |||| PALESTRE |||| LINKS |||| AVVERTENZE |||| ARCHIVIO